Salta al contenuto
YouTubeInstagram

Lei conosce tutto di te, anche la tua parte più intima. Tu, invece, probabilmente conoscerai ben poco sul suo conto. Ecco per te, una biografia a puntate per scoprire di più sulla storia della carta igienica.

 

Ma come facevamo senza?

La prima documentazione relativa alla soddisfazione dei bisogni primari ci porta al tempo dei greci: le fonti indicano che i demos (l’antica plebe greca) usavano mani o pietre per coronare al meglio tutti i loro sforzi.

Un’importante testimonianza ci viene data dagli scritti del drammaturgo Aristofane “Bastano tre pietre per pulirsi il sedere se sono ruvide. Lucide, ne servono almeno quattro.” 

Sempre in quel periodo, l’alta società, per distinguersi dalle classi sociali inferiori,  preferiva utilizzare i porri o i propri vestiti. I secoli passarono e ovunque, nel mondo, si susseguirono differenti approcci alla pulizia del sedere: tra queste segnaliamo, ma solo per i più fortunati, l’utilizzo di fieno, bastoni e stoffe. Dobbiamo aspettare la fine del XIV secolo per assistere alla comparse della carta igienica così come la conosciamo oggi.

 

La nascita: una carta destinata a lasciare il segno nella storia dell’umanità

La primissima carta igienica è stata “brevettata” dagli imperatori cinesi della dinastia Song, alla fine del XIV secolo: in questo periodo l’ufficio imperiale addetto all’approvvigionamento avviò la produzione di 720.000 fogli di carta profumata, riservati esclusivamente al loro sovrano. È così che nacque la carta igienica.

Ora, mentre sei comodamente seduto, ti facciamo fare un salto… ma solo nel tempo. Siamo negli Stati Uniti, periodo della rivoluzione industriale, più precisamente nel 1857: è in quell’anno che venne avviata la prima produzione di carta igienica di massa sotto la guida di un certo Jospeh Gayetty. Lubrificata con aloe vera, questa particolare carta igienica venne promossa come prodotto in grado di trattare le emorroidi. Purtroppo, si rivelò un fiasco totale.

Arrivò il mese di giugno 1891 e un altro americano, Seth Wheeler, depositò il brevetto di un’invenzione davvero all’avanguardia, ovvero il rotolo di carta igienica. Iniziò così il grande successo della carta più utilizzata al mondo: inizialmente riservato alla borghesia, il rotolo iniziò a entrare nel bagno di tutti  alla fine degli anni sessanta. Grazie, Seth.

 

E la carta igienica ecologica?

È difficile affermare con certezza chi sia stato il primo inventore della carta igienica ecologica. Quello che sappiamo è che a Diecimo venne inaugurato un sistema rivoluzionario e unico in Italia: la produzione di una carta al 100% ecologica, derivante dal riciclo dei cartoni alimentari Tetra Pak®.

Era nato il marchio Grazie Natural.

L’articolo è finito, ma la storia continua: ci vediamo presto con tante nuove curiosità sulla nostra carta preferita.

È il momento di alzarsi.

 


Per approfondire:
www.caminteresse.fr


Diventa rivenditore

Lorem ipsum dolor sit amet

Cerca